I megastipendi della RAI

megastipendi RAI

W la Rai!…..Come era prevedibile, la pubblicazione dei megastipendi per manager, direttori e consulenti amici ha scatenato una ridda di polemiche e interpretazioni destinate probabilmente a toccare anche altre aziende dove la mano pubblica (alias, del potere politico) si fa sentire eccome. Ma che a stracciarsi le vesti siano il presidente del Pd o i parlamentari Dem della Commissione parlamentare di vigilanza sa letteralmente di presa per i fondelli. Come può Orfini dimenticare che i nuovi vertici sono stati scelti personalmente da Renzi e dal partito di maggioranza? Come può lo stesso premier far passare la velina che fa immaginare il rispetto del tetto dei 240mila euro massimi dopo che quel tetto è stato platealmente sfondato proprio dai suoi uomini in Rai, per di più facendo massiccio ricorso ad assunzioni esterne? Per un vero rilancio dell’informazione pubblica, è inutile scimmiottare la Rai se poi il potere politico continua a far prevalere le proprie sirene logiche (appartenenza e fedeltà) a quelle del mercato (merito e risultati). Però davvero il Pd ci risparmi la sceneggiata di sentirsi offeso è scandalizzato dopo aver occupato militarmente viale Mazzini e non solo. O, al limite, regali i diritti di questa fiction comica a Campo Dall’Orto. Può essergli utile per risollevare gli ascolti e i conti.

Domenico Corvino

Annunci