Pendolari: le scelte politiche che subiamo oggi

scontro treni puglia 2016
Le scelte sono state fatte, chiare, dopo il 1992.
La Tav ha assorbito il 90 % degli investimenti ferroviari. Che sono stati tolti ai trasporti locali e regionali. Scelte politiche . Scelte industriali e di comodo.
Quando il popolino – che come al solito non conta un cazzo – capisce quale disegno sta dietro a tutto questo e lo dice, non viene creduto.
“Siete contro il progresso , siete preconcetti”, ci veniva continuamente rinfacciato dai politici locali e regionali.
Abbiamo visto dove si va a parare. Anche voi che vi dibattete sui temi della Faentina per i ritardi i disservizi, la mancanza di carrozze ecc. pagate lo scotto di questa politica.

Si sono accontentati i viaggiatori di elite, si sono accontentate le grandi imprese che si sono gonfiate di soldi , si sono accontentati i politici che si sono sistemati nei posti di comando tutto a discapito del trasporto pendolari e merci.
Non esiste un Piano Nazionale dei Trasporti studiato e fatto seriamente .
Che vogliamo , questi sono i risultati.
Non posso che essere profondamente addolorato per queste tragedie, ma spero che stia arrivando sulla scena qualcosa di nuovo. Qualcosa si è mosso, stavolta in senso positivo.

 

Luca Tagliaferri
Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...